AVVISO IMPORTANTE: Si ricorda la scadenza per la consegna degli elaborati:
Concorso di idee - 13 maggio 2022 / Progetto Interforze - 14 maggio 2022
Associazione di Volontariato
VITTIME DEL DOVERE

L’ Associazione di volontariato Vittime del Dovere, fondata nel 2007, è un’organizzazione apartitica e senza fini di lucro, attiva su tutto il territorio nazionale, persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale. E’ iscritta nel Registro Regionale del Volontariato, Sezione Provinciale di Milano con decreto n. 534/2008 e nel Registro delle Associazioni del Comune di Monza con atto n. 243/2008. Dal 20 agosto 2015 è dotata di personalità giuridica a seguito dell’annotazione presso il Registro della Prefettura di Monza e della Brianza, al numero d’ordine 196, pag. 321 della parte analitica, Vol. I.

I soci ordinari sono esclusivamente vedove, orfani, invalidi e genitori di appartenenti alle Forze dell’Ordine, Forze Armate e Magistratura, caduti o rimasti invalidi nel contrasto alla criminalità comune, alla criminalità organizzata e al terrorismo. Attualmente le famiglie associate sono circa 500.

Logo Vittime del Dovere

Attiva su tutto il territorio italiano, l’Associazione Vittime del Dovere, opera in modo tenace e concreto affinché sia:

  • onorata la memoria dei caduti attraverso iniziative che tengano vivo il ricordo
  • approvata e consolidata una legislazione rispettosa del sacrificio delle Vittime
  • garantita equa ed adeguata tutela alle famiglie dei caduti e degli invalidi
  • diffusa la cultura della legalità tra i giovani
  • valorizzato il lavoro svolto quotidianamente da tutti i rappresentanti delle Istituzioni

Attraverso l’organizzazione di convegni, seminari, cerimonie commemorative e religiose, spettacoli teatrali, concerti, manifestazioni sportive, la partecipazione ad audizioni parlamentari, a dibattiti e a trasmissioni televisive, la realizzazione di progetti nazionali rivolti alle scuole e alle università, la nostra organizzazione sensibilizza le nuove generazioni al rispetto delle Istituzioni, del prossimo e del bene comune al fine di fare prevenzione e affinché non si ripeta il sacrificio di nuove Vittime del Dovere.